Fondazione Lavoratori Officine Galileo

MdP 2013

Home Su

 

 

XXXVIII EDIZIONE

 

Danza in Estasi

Firenze, 28 Settembre - 1 Novembre 2013

 

Sabato 28 Settembre -  AUDITORIUM FLOG

PALSANDAE (Corea del Sud)

Nel periodo della dinastia Joseon, sandae indicava il palcoscenico del palazzo reale. All’arrivo degli ambasciatori al palazzo, i più talentuosi musicisti e danzatori mettevano in scena un meraviglioso spettacolo. I Palsandae (‘pal’ significa ‘otto’ o ‘intero’) ricrea lo storico palcoscenico sandae mostrando l’essenza della musica e della danza tradizionale coreana. Palsandae ha un vasto repertorio che include canti e danze sciamaniche, pansori (canti narrativi tradizionali), musica d’improvvisazione shinawi, samulnori e pangut, in cui i danzatori, indossando i caratteristici cappelli sangmo, suonano i tamburi (janggu e buk) e i gong (kkwaenggwari e jing). Infine presenteranno la danza chaesang sogo (chaesang è la corona con un lungo nastro e sogo il tamburo a cornice) del maestro Kim Woon Tae. Questa danza è diventata così popolare in Corea da divenire in breve tempo un vero e proprio genere di danza tradizionale.

 

 

Venerdi 4 Ottobre  - AUDITORIUM FLOG

NAMRTA RAI (India)

La danza kathak è la più importante forma di danza classica dell'India del nord; incorpora l’antica tradizione della danza rituale dei templi e le influenze del movimento bhakti. A partire dal XVI secolo, assorbì alcune influenze delle danze persiane e centroasiatiche importate nelle corti reali nell’epoca Moghul. La tecnica virtuosistica del ritmo è espressa dalla percussione delle tabla, e finemente interpretata dalla danzatrice attraverso vari modi di battere i piedi, ornati da sonagli. La mimica del viso e delle mani rispetta un linguaggio emotivo molto articolato e fluido, che serve a narrare i temi poetici attraverso il linguaggio della danza. Il nome della danza rivela le sue origini che risalgono ai cantastorie (kathakar). Il recital “Soulful Sufi” di Namrta Rai si basa sul Sufiyana Kathak, arte performativa che integra il misticismo sufi con il classicismo della danza kathak. Tutto questo avviene nella cornice sonora raffinata e melodiosa dei raga, resa con il flauto di bambù (bansuri), l'harmonium, il canto e la complessa tessitura ritmica dei tala eseguita dalle tabla.

 

Sabato 5 Ottobre - AUDITORIUM FLOG

WAMALI PERCUSSIONS (Guinea)

Wamali è un gruppo di percussionisti e ballerini della Guinea Conakry, che rappresentano i migliori musicisti e danzatori della loro generazione. La maggior parte dei componenti sono stati selezionati dal leggendario Circus Baobab e prima di approdare stabilmente in Europa hanno viaggiato per circa 10 anni in tutto il mondo, toccando i più importanti palcoscenici mondiali. Giunti in Europa molti dei componenti del Circus sono stati reclutati da importanti artisti e gruppi di fama internazionale come Ba Cissoko e Les Espoirs de Coronthie. Oggi Wamali esprime una musicalità nuova, che fonde le tradizioni ancestrali delle percussioni della Guinea-Conakry con le melodie del balafon e della kora, per uno spettacolo avvincente che intrattiene lo spettatore dal primo all’ultimo minuto con emozionanti arrangiamenti e break nel più tipico stile Ballet. Wamali è un progetto creativo e poliedrico che mostra come la musica tradizionale possa arricchire il ‘groove’ moderno.

 

Venerdi 11 Ottobre - AUDITORIUM FLOG

TIMBA ODARA (Cuba)

"Ceremonia"

 

Ceremonia (“Cerimonia”), spettacolo creato e diretto dal coreografo cubano René de Cárdenas e accompagnato dal gruppo Timba Odara, è una reinterpretazione artistica della santeria, culto yoruba, dove ritmi, canti, invocazioni, danze costituiscono il filo conduttore della prima parte dello spettacolo, pieno di sensualità, forza e vitalità, dove il tributo ad ogni orisha rispetterà le sue caratteristiche peculiari: colori, ritmi, canti di lode. La seconda parte sarà un percorso nelle musiche e nelle danze popolari cubane, dalle più note come il cha cha chá, il mambo, il danzón, il son e la conga, fino a quelli più attuali (salsa, timba, ecc.). Ceremonia è uno spettacolo dove la profondità e il vigore dei canti e delle invocazioni yoruba, la forza e la spontaneità delle radici del folklore afrocubano, assieme al virtuosismo di magnifici musicisti e ballerini, compartecipano alla creazione di una notte piena di energia e ritmi travolgenti.

   

Sabato 12 Ottobre - TEATRO DANTE (Campi Bisenzio)

SURAYA HILAL (Egitto)

Suraya Hilal è una danzatrice e coreografa egiziana dalle qualità uniche. E' dotata di una musicalità e di una capacità espressiva assolutamente indimenticabili per chi ha avuto l'occasione di vederla danzare, qualità che l’hanno portata ad esibirsi su tutti i maggiori palcoscenici internazionali. Durante un lungo lavoro di anni di ricerca sulla danza, di coreografia e d’insegnamento, ha creato una forma di danza contemporanea che ripercorre l’essenza delle antiche danze dell’Egitto e ne rispetta le origini. Lavorando in maniera organica, ha costruito un insieme di concetti corporei e di movimento ispirati agli antichi movimenti e alle antiche danze arabe. Prendendo spunto dalla sua eredità culturale egiziana, grazie alla sua formazione di danza contemporanea, la sua danza si inserisce nella società di oggi ed insieme si riferisce alla tradizione più antica.

 

Sabato 19 Ottobre - AUDITORIUM FLOG

MONACI TIBETANI del MONASTERO di TASHI LHUNPO (Tibet)

 

Una serata-evento spirituale scandita da canti dall'alto potere evocativo, danze sacre e rituali in maschera e da preghiere buddiste, pregne di invocazioni di prosperità e benedizioni universali.
A proporre la suggestiva rappresentazione sono i monaci del Monastero tibetano di Tashi-Lhunpo, fino all'occupazione cinese uno dei maggiori centri accademici del Tibet, frequentato da oltre 6 mila tra studenti e monaci, nonché sede del Pachen Lama, secondo leader spirituale per importanza dopo il Dalai Lama. Accanto agli studi filosofici, nei monasteri tibetani sono state preservate antichissime tradizioni rituali, legate sia al canto che alla danza, nonché alle forme del teatro popolare. Il monastero di Tashi Lhunpo ha potuto sviluppare una forte attività educativa e culturale, con l’aiuto dei sostenitori occidentali della causa tibetana, dedicando un particolare interesse al canto e alle danze Cham. L’attività di spettacolo che ha interessato negli ultimi dieci anni questo gruppo di monaci ha reso il Monastero di Tashi Lhunpo conosciuto in tutto il mondo.

 

Sabato 26 Ottobre - AUDITORIUM FLOG

QUINTETO EL DESPUES (Argentina)

Il Quinteto El Después, capitanato dal musicista argentino Alejandro Schwarz (chitarra), presenta a Musica dei Popoli il loro secondo album: Calles Lejanas. Schwarz, compositore e arrangiatore di talento, è affiancato in questa avventura da musicisti di grande levatura: Jean-Baptiste Henri al bandoneon, Ivo de Greef al piano, Cyril Garac al violino e Bernard Lanaspèze al contrabbasso. I musicisti che formano il quintetto sono i sostenitori di una nuova visione del tango, autori di un repertorio interamente inedito e di grande spessore. Il loro ensemble rappresenta una delle rare forme di tango contemporaneo che possieda un suono proprio, un timbro riconoscibile che scaturisce dalla complicità artistica. Il tango è una delle più suggestive tradizioni popolari scritte che questi musicisti contribuiscono a far evolvere con temperamento e passione. La performance del quintetto prevede la partecipazione di due straordinarie coppie di ballerini: Jorge Rodriguez & Maria Filali e Jerémy Abraham Braitbrart & Natalia Carolina Cristobal.

 

Domenica 27 Ottobre - AUDITORIUM FLOG

HIP HOP Competition
I migliori danzatori italiani di hip-hop a confronto

 

Con un’iniziativa senza precedenti, la FLOG ha organizzato un evento che metta in luce le danze associate a sottoculture urbane giovanili, una serata con i migliori interpreti di danza hip-hop in Italia. In vista di quello che si configurerà come un vero e proprio contest, il festival Musica dei Popoli, in collaborazione con Real Vibes, ha realizzato una selezione sul territorio nazionale delle migliori crew.

 

Venerdì 1 Novembre - AUDITORIUM FLOG

CANZONIERE GRECANICO SALENTINO (Italia)

La seconda generazione dei musicisti del Canzoniere Grecanico Salentino, il più importante ensemble di musica popolare salentina, fondato nel 1975 dalla scrittrice Rina Durante, è guidato attualmente dal tamburellista e violinista Mauro Durante, che ha ereditato il timone del comando dal padre Daniele nel 2007. La musica del gruppo, coinvolgente, emozionante e scatenante, deriva dalle tradizioni nate attorno alla pizzica tarantata rituale, che aveva il potere di curare attraverso la musica, la trance, la danza, il morso della mitica taranta. Dall'energia della pizzica pizzica alla dolcezza dei canti d'amore, dalla festosità della banda paesana ad un ironico sguardo sulla modernità, quello del Canzoniere è uno spettacolo suggestivo ed intenso. Con 16 album e numerosi spettacoli presentati in Europa, Medio Oriente e Stati Uniti, il gruppo ha fatto la storia della riproposta nel sud Italia, riscuotendo sempre successo di pubblico e una sensibile attenzione della stampa specializzata

 

Spettacoli:

AUDITORIUM FLOG
v. M. Mercati, 24/B Firenze
 

TEATRO DANTE
p.zza Dante, 23 Campi Bisenzio
 

Inizio concerti: ore 21.30


Ingresso concerti: Intero €15 - Ridotto €12

Ingresso Hip Hop Competition €10

Abbonamenti: €50 (5 spettacoli) - €80 (9 spettacoli)

Riduzioni: under 12 , over 65, studenti universitari con Carta GIÓ
Prevendite: Circuito Box Office tel. 055 21.08.04
Info: Centro FLOG tel. 055 4628714

 

 

 

WEBMASTER:

atomomob.gif (7704 byte)

  FLOG   MultiMedia

 

Inviare a flogmm@tin.it un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito web.